Sociologia e Cibo: i Bambini i più Colpiti

Sociologia e Cibo

sociologia-e-cibo

Sociologia e cibo: vediamo insieme quanto è importante e quanto influisce nella nostra vita quotidiana, iniziando ad osservare l’età più tenera.

L’alimentazione è collegata principalmente a un punto di vista nutrizionale, tuttavia, dobbiamo tener conto che questo atto va oltre un atteggiamento di supporto fisico, perché è legato anche ad una funzione sociale, riunendo le persone attorno ad un tavolo per la degustazione, per condurre conversazioni tra i membri della famiglia, in una condotta aziendale, interagire, rilassarsi o addirittura preparare un bambino alla vita sociale.

Nonostante l’importanza di questi momenti, il cibo in un processo storico-culturale, ha attraversato una grande fase, in relazione al suo uso come il cibo appropriato per pasti più sani e nutrienti. Nel corso degli anni, la ricerca nutrizionale ha messo molti alimenti al vaglio, a volte sotto cattiva luce, altre volte ha considerato il cibo ottimo in relazione alla salute umana. Una volta, per esempio, il caffè, patate e uova sono stati ritenuti secondo studi scientifici, che ciascuno nel loro uso costante è importante per la nostra salute.

Prendiamo atto che secondo una impostazione del valore, alcuni alimenti, nel loro processo storico, sono diventati così importanti ed essenziali per la nostra vita, come nel caso dei cereali, semi, frutta e verdura. All’atto di mangiare non sempre si è riflettuto sull’aspetto delle calorie, ma di sicuro non ci si è mai preoccupati del valore nutrizionale del nostro cibo.

Da questo punto di vista, ci nutriamo senza mettere in discussione il perché della scelta di alcuni alimenti, o senza saperlo, era stato adattato nel corso degli anni. Secondo Carneiro, “la fame biologica presenta diversi appetiti, desideri umani, la cui soddisfazione si ritrova in: abitudini, costumi, riti, etichette”. Anche se la stragrande maggioranza della popolazione utilizza grandi quantità di cibo veloce detto fast food, che altro non è che cibo spazzatura.

Sociologia e Alimentazione: la Voce Ufficiale dell’OMS

oms

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), un numero significativo di bambini obesi e adulti, attualmente sono stati una preoccupazione frequente anche con i cibi più nutrienti e sani. Presi dalla vita di corsa e dalla routine, senza preparare alcun pasto, molte famiglie preferiscono alimenti semilavorati o scelgono di mangiare fuori casa. Per quelle famiglie senza potere d’acquisto, molti pasti sono fatti in casa, tuttavia, non sempre le scelte di menù sono benefiche o bilanciate.

Indipendentemente dalla classe sociale, le persone cercano di adattare la loro offerta a condizioni più convenienti. Se guardiamo alla nostra storia, i vari tipi di cibo o piatti si sono verificati la scelta del cibo corretto ed è sempre stato ricorrente. Ma per realizzare un’analisi delle scelte di piatti e cucina, è necessario che prendiamo in considerazione una serie di implicazioni, come la regione o la posizione di alcuni piatti tipici, la colonizzazione, l’influenza delle abitudini, il clima della regione, la produzione e la coltivazione di grano, cereali, frutta, verdura o ortaggi, oltre ai costumi della popolazione.

Non possiamo parlare in piatto tipico, non è contestualizzabile con i gruppi in cui è inserito il cibo, il periodo, la regione e le abitudini alimentari della popolazione. Un esempio è l’uso di carne bovina in alcune regioni del Brasile, diventando comune uso quotidiano e frequente nel sud-est, sud, centro e nord, molto meno nella regione settentrionale, che ha l’abitudine di utilizzare il pesce come piatto principale dei pasti, in molte famiglie, sia per la facilità di cottura che per l’adeguatezza del prezzo.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
ottobre 29th, 2015 by